21 Aprile Apr 2023 0931 one month ago

CDM PARACICLISMO - Maniago incorona i primi vincitori

Subito a podio la Nazionale di Pierpaolo Addesi, che dopo la Coppa Europa torna sul palcoscoscenico internazionale per il primo dei tre appuntamenti del circuito UCI

Cortini Para

Sotto la pioggia che ha imperversato per tutta la giornata di giovedì 20 aprile, gli atleti si sono sfidati lungo i 13.6 chilometri del circuito tra piazza Italia, Maniagolibero, Ravedis, Montereale Valcellina e il centro della cittadina maniaghese, addobbata per l’occasione. Le prime prove hanno coinvolto i paraciclisti impegnati con la cronometro individuale su handbike.

Subito a podio la Nazionale di Pierpaolo Addesi, che dopo la Coppa Europa torna sul palcoscoscenico internazionale per il primo dei tre appuntamenti del circuito UCI. All'edordio in casa il gruppo azzurro conquista 1 medaglia d'oro, 5 d'argento e 3 di bronzo. Il metallo più prezioso se lo prende Simona Canipari, tra le WH1, che si lascia alle spalle la compagna di squadra Luisa Pasini e l'altra italiana Veronica Frosi.

Conferme da Fabriglio Cornegliani e Luca Mazzone, rispettivamente argento e bronzo tra gli MH1 e gli MH2. Gran colpo di Davide Cortini, che conquista l'argento nella categoria MH3, alle spalle della Francia e di fronte all'Olanda. Al femminile doppietta italiana tra le WH5 con il secondo posto di Ana Maria Vitelaru e il terzo di Katia Aere. Roberta Amadeo fa seconda tra le WH2, mentre Francesca Porcellato porta a casa un bronzo tra le WH3.

Il programma della seconda giornata di gare, venerdì 21 aprile, scatta alle 10, da piazza Italia, con le prove a cronometro maschili degli MC2; a seguire WC3, MC1, WC2 e WC1. Alle 12.15 la prima cerimonia di premiazioni delle gare del mattino. Nel pomeriggio di venerdì 21 aprile, è a calendario la seconda parte delle prove a cronometro. Si parte alle 13.30 con gli MB, poi MC5, MC4, MC3, WC5, WC4 e la chiusura, attorno alle 17.30, con le WB.

I PODI

MH1:
1) Maxime Hordies (Belgio) – 32’00”41
2) Fabrizio Cornegliani (Italia) – 32’24”39 (+23”98)
3) Benjamin Fruh (Svizzera) – 35’40”87 (+3’40”)

MH2:
1) Florian Jouanny (Francia) – 22’43”14
2) Sergio Garrote Munoz (Spagna) – 23’07”32 (+24”)
3) Luca Mazzone (Italia) – 24’01”70 (+1’18”)

MH3:
1) Johan Quaile (Francia) – 21’11”82
2) Davide Cortini (Italia) – 21’12”24 (+0,42”)
3) Mark Mekenkamp (Olanda) – 21’15”67 (+3”)

MH4:
1) Mathieu Bosredon (Francia) – 19’51”35
2) Gaert Schipper (Olanda) – 20’16”36 (+25”)
3) Jonas Van de Steene (Belgio) – 20’25”77 (+34”)

MH5:
1) Mitch Valize (Olanda) – 18’44”60
2) Loic Vergnaud (Francia) – 19’33”05 (+48”)
3) Qiangli Liu (Cina) – 19’38”06 (+53”)

WH1:
1) Simona Canipari (Italia) – 54’36”07
2) Luisa Pasini (Italia) – 1 ora, 27” (+5’51”)
3) Veronica Frosi (Italia) – 1 ora, 3’42”93 (+9’06”)

WH2:
1) Katerina Brim (Usa) – 26’18”07
2) Roberta Amadeo (Italia) – 32’57”17 (+6’39”)
3) Gilmara Sol Do Rosario Goncalves (Brasile) – 45’19”32 (+19’01”)

WH3:
1) Annika Zeyen (Germania) – 24’48”28
2) Huaxian Li (Cina) – 25’30”19 (+41”)
3) Francesca Porcellato (Italia) – 25’35”53 (+47”)

WH4:
1) Svetlana Moshkovich (Austria) – 25’56”26
2) Xiumin Li (Cina) – 25’07”90 (+11”)
3) Suzanna Tangen (Norvegia) – 25’43”47 (+47”)

WH5:
1) Biambian Sun (Cina) – 23’30”95
2) Ana Maria Vitelaru (Italia) – 25’05”95 (+1’35”)
3) Katia Aere (Italia) – 25’10”08 (+1’39”)

MT1:
1) Janxins Chen (Cina) – 23’56”50
2) Nathan Clement (Canada) – 24’16”28 (+19”)
3) Rongfei Lu (Cina) – 24’22”09 (+25”)

MT2:
1) Dennis Connors (Usa) – 23’03”02
2) Wolfgang Steinbichler (Austria) – 23’05”07 (+2”)
3) Maximilian Jager (Germania) – 23’12”73 (+9”)

WT1:
1) Marieke Van Soest (Olanda) – 30’49”87
2) Pavlina Vejedova (Repubblica Ceka) – 31’24”75 (+34”)
3) Eitje Malzbender (Nuova Zelanda) – 33’53”26 (+3’03”)

WT2:
1) Celine Van Till (Svizzera) – 25’44”20
2) Angelika Dreock Kaser (Germania) – 26’50”35 (+1’06”)
3) Emma Lund (Danimarca) – 27’41”80 (+1’57”)