5 Dicembre Dic 2020 1317 one month ago

Concluso il 3° modulo di formazione integrativa sul ciclismo paralimpico

Oltre 60 i partecipanti all’ultimo appuntamento, avviato con il saluto del Presidente Federale Renato Di Rocco che ha evidenziato il percorso fatto dal Settore negli ultimi anni.

IMG 6947

ROMA - Si è concluso il 3° modulo del percorso di formazione integrativa sul ciclismo paralimpico, progettato dal Centro Studi e dal Settore Paralimpico FCI. Oltre 60 i partecipanti all’ultimo appuntamento, avviato con il saluto del Presidente Federale Renato Di Rocco che ha evidenziato il percorso fatto dal Settore negli ultimi anni; in particolare lo sviluppo e il consolidamento della attività di base contribuiscono a supportare il Team Nazionale che negli anni è stato capace di ottenere un crescendo di successi e Titoli Mondiali.

Due gli argomenti in programma nell’incontro, con una sezione dedicata alle Classificazioni Funzionali, elemento tipico degli sport Paralimpici, dove Luigi Caselunghe - Classificatore FCI e CIP e Valeria Cappelletto - Classificatore FCI e UCI, hanno illustrato gli aspetti medici ed ortopedici e le relative interpretazioni normative.

Fabrizio Tacchino, già allenatore di Atleti della Nazionale e docente del Centro Studi, nella sezione dedicata alla preparazione e programmazione ha illustrato le fasi di approccio all’allenamento funzionale di un Atleta Paralimpico e alla pianificazione del modello prestativo richiesto dal livello che un Atleta vuole ottenere.

Giorgio Farroni, medaglia d’argento a Londra e di bronzo a Pechino oltre a 5 titoli di Campione Mondiale della categoria Tricicli e a svariate medaglie in prove di World Cup in oltre 11 anni di attività, ha poi portato la sua testimonianza personale, rimarcando la motivazione e la spinta emotiva che si ha nel vestire la maglia azzurra, e che rimane anche per Atleti esperti o rodati come nel suo caso.

La Vice Presidente Federale Daniela Isetti ha poi concluso i lavori, ringraziando i partecipanti e i relatori che hanno prestato la loro esperienza e professionalità durante questo percorso.