15 Maggio Mag 2017 1553 4 months ago

CDM PARACICLISMO: Azzurri ancora protagonisti a Maniago

Sette ori, cinque argenti e sette bronzi il bilancio dell’Italia, terza nel medagliere per nazioni

Pittacolo Anobile

Maniago (PN) (12-13-14/5) - Si è conclusa a Maniago la prima prova di Coppa del Mondo di Ciclismo Paralimpico. Grandissimo successo di partecipazione, di pubblico e gare ad altissimo livello nonostante situazioni meteorologiche non proprio ottimali.

Non poteva mancare il saluto e il sostegno agli azzurri del Presidente della FCI Renato Di Rocco, che si è congratulato anche con gli Organizzatori e con il Collegio di Giuria (nella foto sotto il Presidente federale e Alex Zanardi con i Giudici).

Maniago Collegiogiuria

Dal punto di vista tecnico la notizia forse è quella che Zanardi stavolta non ha vinto le gare individuali, ma comunque è salito ben due volte sul secondo gradino del podio, piegato solo dall’olandese De Vries sia nella crono, per una manciata di secondi, sia nella corsa in linea allo sprint. Resta il fatto che il bolognese, a cinquant’anni suonati resta sempre un grandissimo protagonista nella MH5 con la concorrenza di atleti molto più giovani di lui che si fa sempre più agguerrita.

Inoltre, Zanardi, assieme ai compagni Mazzone e Podestà, ha dato il suo eccellente contributo alla conquista della vittoria del team azzurro nel Team Relay (staffetta dell’Handbike), che ha concluso la competizione.

Luca Mazzone invece è un rullo compressore e nella MH2 ha respinto con determinazione gli attacchi dello statunitense Groulx sia nella crono che in linea.

Benissimo anche Vittorio Podestà e Paolo Cecchetto (altri due medagliati di Rio) nella MH3. Podestà ha preceduto di 3 secondi il compagno di squadra nella crono, mentre nella prova in linea Cecchetto è stato protagonista di una volata prepotente che lo ha visto prevalere sul francese Tarsim e sul belga Deberg (5° e 6° rispettivamente Podestà e l’altro azzurro Mestroni leggermente attardati).

In campo femminile si conferma ancora Francesca Porcellato, autrice di una crono strepitosa (30 secondi di margine sull’americana Dana) e di un ottimo terzo posto nella gara in linea, dove la statunitense è riuscita a staccarla nel finale nel quale è stata preceduta anche dalla brasiliana Martins Malavazzi.

Maniago Pittacolo14maggio2

PITTACOLO PROFETA IN PATRIA - Passando dall’handbike al ciclismo, finalmente “profeta in patria” Michele Pittacolo (MC4), che su strada è riuscito a staccare quanto bastava il suo pericoloso rivale di sempre, lo slovacco Josef Metelka (con Fantoni che chiudeva al quinto posto )

Bronzo nella corsa in linea per l’altro friulano Andrea Tarlao (MC5), quinto posto nella crono. Bravissimo anche Fabio Anobile, che in virtù dei suoi piazzamenti nella MC3 (7° nella crono e 2° in linea) indossa la provvisoria maglia di leader di Coppa (nelle foto, in alto a sinistra : l'arrivo di Pittacolo, a destra: Anobile, leader di Coppa. Sotto: Pittacolo dopo la gara).

L’inossidabile Giorgio Farroni si prende un altro bronzo nella sua già onoratissima carriera. Il marchigiano, dopo una crono non esaltante, ha lottato con coraggio e tenacia su strada ed il suo terzo posto attesta il suo immutato valore internazionale nella MT2.

Anche Giancarlo Masini (due bronzi per lui) è ormai un punto di forza di questa Nazionale. Lotta sempre con avversari di grossissimo livello e riesce sempre a stare al vertice.

Il nostro Tandem si prende un ottimo terzo posto, battuto solo dagli Olandesi e mettendosi alle spalle coppie come quelle spagnole ed inglesi titolate a livello iridato ed olimpico. Bersini e Panizza progrediscono gara dopo gara e fanno ben sperare per le prossime competizioni.

Bravissima, infine, Jenny Narcisi, bronzo nella WC4. Anche per lei il profumo della vittoria si avvicina e il suo obiettivo principale è il Mondiale sudafricano in settembre.

Fabio Triboli, Collaboratore Tecnico di Mario Valentini, si dichiara soddisfatto dei risultati e del comportamento di alcuni esordienti. Il fulignate Rellini ,che ha avuto qualche problema con la classificazione funzionale, inserito ora nella MC4 si sta adattando alla categoria. Ha corso molto bene, ha lavorato in modo proficuo per la vittoria del compagno Pittacolo e, in prospettiva è considerato un elemento assai interessante. Così come Alessandro Danzi, appena diciassettenne, che verrà portato nella prossima trasferta di Coppa a Ostenda.

Nell’Handbike, Triboli indica in Alessandro D’Onofrio (MH4 ) e Federico Mestroni (MH3) gli atleti che molto presto si metteranno in evidenza. Insomma, un Nazionale già fortissima, che sta anche trovando i ricambi all’altezza.

Prossimo appuntamento di Coppa ad Ostenda in Belgio nel prossimo week end.

MEDAGLIERE ITALIA

ORO: 7

MH2 Strada e Crono: Luca Mazzone

MH3 Strada: Paolo Cecchetto

MH3 Crono: Vittorio Podestà

WH3 Crono: Francesca Porcellato

MC4 Strada: Michele Pittacolo

Team Relay (Staffetta Handbike): Alessandro Zanardi, Luca Mazzone, Vittorio Podestà

ARGENTO : 5

MH5 Strada e Crono: Alessandro Zanardi

MH3 Crono: Paolo Cecchetto

MC3 Strada: Fabio Anobile

MH1 Strada: Fabrizio Cornegliani *

BRONZO : 7

MC1 Strada e Crono: Giancarlo Masini

WC4 Strada: Jenny Narcisi

MC5 Strada: Andrea Tarlao

T2 Strada: Giorgio Farroni

Tandem Maschile: Strada: Bersini / Panizza

WH3 Strada: Francesca Porcellato

MEDAGLIERE NAZIONI

Olanda: Oro 9 Argento 4 Bronzi 1 tot. 14

Germania: Oro 8 Argento 5 Bronzo 2 tot.15

Italia: Oro 7 Argento 5 Bronzo 7 tot. 19

Leader provvisori di Coppa

Mazzone – Cecchetto – Anobile

Maniago Diroccobelli14maggio

LA VISITA DEL PRESIDENTE DI ROCCO A WALTER BELLI

In occasione della Coppa del Mondo di Maniago il Presidente della FCI Renato Di Rocco ha visitato Walter Belli per consegnargli la maglia azzurra firmata da tutti i componenti della Nazionale Paralimpica Italiana. Presenti il papà Giacomo e la moglie Elisa.
Si è parlato di ciclismo ed in particolare di Gravity, ma anche del progetto di Accademia di Ciclismo da realizzare a Riva del Garda.

A cura di Ufficio Comunicazione FCI comunicazione@federciclismo.it